Home
Home
Il vino rappresenta nel modo più nobile lo spirito della natura. (Friedrich Hebbel)   
  Sitemap
  Search
    Clima | Terreno | Colture | Ecologia
 
Viticoltura

VITICOLTURA

Clima

Il Ticino, conosciuto come „Sonnenstube“ della Svizzera, gode di un clima particolare ed unico. Con le alpi a volte divide il cielo di un blu profondo. Oltre a periodi di siccità si registrano anche notevoli precipitazioni. Il clima è mite, pur essendo le temperature leggermente inferiori a quelle registrate a Bordeaux. All'inizio di ottobre, quando le notti sono già fresche, il Merlot (immagine 1) matura. Questo rappresenta una delle chiavi per l'aroma fine dei vini rossi prodotti dalla HuberVini.

Terreno

I terreni nella Valle della Tresa sono sabbiosi, ricchi di humus, leggermente acidi, contengono pochi minerali e, a seconda della posizione, sono leggermente argillosi. Quasi ovunque godono di una buona permeabilità. Gran parte della sottostante roccia madre è stata notevolmente rovinata dal tempo ed è spesso conduttrice di acqua.

Colture

Il problema maggiore nella viticoltura ticinese è rappresentato dall'irrorazione d'acqua “troppo abbondante”. Ciò soprattutto nelle annate in cui durante il mese di settembre i fronti d'umidità si accumulano lungo le alpi e scaricano le loro acque sulla Valle. Questo può portare ad una maturazione (troppo) tardiva. Le buone posizioni sono quindi rappresentate da terrazzi singoli esposti a sud, nelle quali la vite non è in pratica mai esposta all'ombra. La maturazione può essere migliorata attraverso pareti inclinate e ricoperte di foglie (Semilyra, immagine 2). Viene così ottimizzata l'evaporazione, raggiungendo più velocemente una leggera carenza d'acqua. Questa aiuta la formazione del colore e dei tannini maturi. La HuberVini coltiva il Merlot (75%) ed il Chardonnay (15%), come pure in quantità inferiori il Pinot Noir, il Cabernet Franc, il Cabernet Sauvignon, il Carminoir, l'Arinarnoa, il Petit Verdot, il Sauvignon ed il Completer.

Ecologia

I ripidi terrazzi, l'intensa insolazione ed il clima ideale per la crescita designano il Ticino ad una coltura vinicola nel terreno magro. Le viti vengono innalzate su terrazzi, che per la protezione dell'erosione sono coperte dal verde durante tutto l'anno. Sui pendii, che vengono tagliati due volte l'anno, si sviluppa una flora estremamente variata ed unica (immagine 3). In occasione di uno studio botanico-sociologico, Schmider e Bernowitz (2001) hanno facilmente potuto constatare la presenza di oltre 80 specie differenti (pdf 50kB).Nelle coltivazioni sui pendii Daniel Huber da 6 anni non utilizza più alcun erbicida e pochissimo fertilizzante artificiale. Le viti non dovrebbero essere nutrite dal fertilizzante, bensì sviluppare la necessaria forza di crescita per poter autonomamente sfruttare il terreno ed il territorio per mezzo delle loro radici.

 

 

Reife Merlottrauben
Grappoli maturi di Merlot

"Hag"
Semilyra

Pflanzengemeinschaft
Communità di piante